Arselle: cosa sono? Niente più dubbi e una ricetta

Le arselle sono molluschi commestibili che vivono dentro piccole conchiglie. Vengono chiamate anche telline e sono spesso confuse con le vongole. Non le arselle sarde, che invece no, sono proprio vongole. 
Tutto chiaro? Probabilmente no, ma se ci seguite cercheremo di capirci qualcosa in più insieme!

Di cosa parliamo:

Cosa sono le arselle?
Differenza tra vongole e arselle
 

arselle-telline

Arselle o telline. Fonte foto: Thesupermat via Wikimedia
 

Cosa sono le arselle?

Per prima cosa vediamo cosa sono le arselle.

Per dirla in modo scientifico, le arselle (Donax trunculus) sono un genere di mollusco bivalve appartenente alla famiglia Donacidae, distribuite tra il Mar Mediterraneo, il Mar Nero e l'Oceano Atlantico orientale. Hanno forma a cuneo e una valva (una delle due metà della conchiglia) più grande rispetto dell’altra.

Sono organismi filtratori, che si nutrono di plancton catturato aspirando da una delle due aperture (sifoni) che escono dalle valve chiuse. Vivono preferibilmente nei fondali sabbiosi fino a circa 2 metri di profondità.
 

Torna su
 

Differenza tra vongole e arselle

vongole-bianche-guscio-ondulato

Vongole bianche rigate. 
 

La differenza tra vongole e arselle è netta, eppure è molto facile fare confusione tra le due. Nonostante i due tipi di molluschi appartengano a due famiglie separate, le Donacidae per le arselle e le Veneridae per le vongole, con differenze anche nella conchiglia piuttosto evidenti.

Cerchiamo di far chiarezza:

•  Innanzitutto la vongola è in media più grande, con una forma piuttosto arrotondata mentre l'arsella presenta dei bordi quasi triangolari.

•  Poi il guscio delle vongole ha delle rigature concentriche che si irradiano dal punto di congiunzione tra le due valve al loro bordo più esterno. A volte invece il guscio è ondulato, come quello delle conchiglie che si trovano in spiaggia (si, probabilmente sono proprio vongole). Il guscio delle arselle è invece perfettamente liscio e lucido.

•  Infine il colore tende al giallo scuro, al grigio o al nero, mentre quelle col guscio ondulato spesso son bianche o prevalentemente bianche. Le telline invece hanno colori molto vivaci, quasi primaverili, enfatizzati dalla brillantezza della conchiglia.
 

arselle-vongole-telline-quale-differenza-colore-forma

In vendita presso il mercato Pignasecca a Napoli: vongole colorate che sembrano arselle ma non lo sono e vongole bianche. Le arselle o telline hanno infatti una forma diversa, più allungata e a cuneo. 
 

C’è poi da dire che oggi nei mercati è molto più facile trovare la vongola filippina, della specie Venerupis philippinarum, che ha quasi soppiantato la vera vongola verace autoctona italiana (Venerupis decussata), più pregiata perché molto più saporita.

Un discorso a parte meritano le arselle sarde, che sono a tutti gli effetti delle vongole. Questo perché in Sardegna e in Liguria si tende ad usare la parola arsella come sinonimo di vongola, generando non poca confusione! Su questi molluschi autoctoni, ben 4 tipi diversi tutti tutelati da un Presidio Slow Food (!), abbiamo scritto un altro articolo, che puoi leggere qui.
 

arselle-vongole-veraci-tapes-decussatus

Vongole colorate. Fonte foto: Gigile via Flickr
 

Torna su
 

29 March 2018 in Prodotti tipici, Ricette

Condividi

torna all'elenco articoli

Condividi


Tag


Ultimi post

  • Umami: scopri il quinto gusto! È anche italiano.

    Posted in Alimentazione on Dec 07, 2018

    La chiave del successo della cucina giapponese? L'umami! Un gusto che esiste anche nella cucina italiana: se impari ad usarlo potrai mangiare saporito anche usando poco (o niente) sale.  Scopri cos'è l'umami e perché ti fa bene!

  • Zeppole sarde o Zippulas (con Ricetta)

    Posted in Prodotti tipici, Ricette on Dec 04, 2018

    In Sardegna si preparano tanti dolci di Carnevale diversi a seconda delle zone, ma le zeppole sarde mettono davvero d'accordo tutti, dal Capo di Sopra al Capo di Sotto. Le zippulas sono soffici frittelle modellate sia in ciambelle irregolari che in lunghe spirali. Sono le frittelle lunghe, deliziosi serpenti che sanno d'arancia, zafferano e acquavite.

  • Pecore sarde: la razza e l'allevamento ieri e oggi

    Posted in Economia Locale, Prodotti tipici on Nov 30, 2018

    Sapevate che le pecore della Sardegna sono tra le più antiche di tutto il continente europeo? La pecora sarda è una vera e propria razza, autoctona della Sardegna, probabilmente discendente dal muflone. Oggi è la razza più presente in Italia