Dolci di Pasqua | Per Regione (70 Ricette!)

 

Vuoi preparare qualche ricetta tradizionale per Pasqua e stupire i tuoi amici e parenti?

Bene, dai un’occhiata a questo ricettario contenente oltre 70 dolci pasquali tipici di ogni regione d’Italia! Dalla Sicilia alla Valle d’Aosta, troverai tantissime ricette, con ingredienti di ogni tipo!

I dolci pasquali italiani sono tantissimi: si potrebbe scrivere un’enciclopedia per ogni regione! Alcuni sono dolci molto semplici e legati alla cultura contadina e pastorale, mentre altri sono decisamente più fantasiosi, elaborati e coloratissimi. Ci sono dolci fortemente legati al territorio e altri che hanno invece superato i confini regionali per poi diventare un simbolo della Pasqua italiana!
 

Indice dei dolci pasquali regionali:

Sicilia
Calabria
Basilicata
Puglia
Campania
Molise
Abruzzo
Lazio
Umbria
Marche
Toscana
Liguria
Emilia Romagna
Piemonte
Lombardia
Veneto
Friuli Venezia Giulia
Valle d'Aosta 
Trentino Alto Adige
Sardegna
 

Dolci di Pasqua Sicilia

Cassata

cassata-siciliana

Fonte foto: Prima del caffé
 

Sicuramente uno dei dolci italiani più conosciuti all’estero, si tratta di una torta a base di ricotta zuccherata, pan di Spagna, pasta reale e frutta candita. Ci sono tante varietà locali che la rendono unica e particolare sia nell’aspetto esteriore che nell’impasto. Esistono anche delle porzioni monodose, chiamate cassatine.
Qui la ricetta.

Torna all'indice
 

Cassatelle

cassatelle-sicilia

Fonte foto: Petit patisserie
 

Preparato in diverse zone della Sicilia, sono dei cestinetti di pasta colmi di ricotta e aromatizzati con cannella e cioccolato. Nel ragusano vengono talvolta preparate con la tuma freschissima, un formaggio tipico della zona. Sono molto simili alle pardulas (o casadinas) sarde. In siciliano si chiamano cassateddi ri Pasqua.
Qua la ricetta! 

Torna all'indice
 

Zuccotto pasquale

È un dolce molto scenografico a base di pan di Spagna bagnato con il Grand Marnier e farcito con panna, canditi e cioccolato. Può essere decorato con marzapane (pasta di mandorle), frutta secca o cioccolato.
Qui la ricetta

Torna all'indice
 

Cavadduzzi

Tipici di Racalmuto, in provincia di Agrigento, sono dei dolcetti a forma di cavallo, a base di farina, zucchero, strutto e uova. Come in tante altre ricette pasquali, viene inserito un uovo sodo intero nell'impasto. Vengono decorati con dei confettini colorati.
Ecco la ricetta! 

Torna all'indice
 

Agnello di marzapane

agnello-marzapane-sicilia

Fonte foto: Cucina che ti passa
 

È un dolce pasquale tipico del comune di Favara, in provincia di Agrigento. Ha una caratteristica forma ad agnello ed è costituito da pasta reale (a base di mandorle) e pasta di pistacchio. Viene aromatizzato con scorza di limone e vaniglia ed è decorato con la velata, ovvero dello zucchero fondente che ricopre interamente l'agnello a eccezione della testa e del collo. È chiamato anche pecorella di marzapane.
Qua troverai la ricetta. 

Torna all'indice
 

Cuddura

Si tratta di un dolce molto semplice fatto di pasta di pane lievitata (o pasta frolla) e decorato con uova sode e confettini colorati.
Può essere a forma di cestino, colomba, campana, cuore, bambola, ecc. Ogni forma ha un suo significato. In Sicilia è conosciuto con tantissimi nomi diversi: ciciliu, cuddura cu l'ovu, panaredda, pupu cu l'ovu, campanaru, cannatuni, cannileri, palummedda.
Qua la ricetta. 

Torna all'indice
 

Dolci di Pasqua Calabria

Pie

pie-calabria

Fonte foto: Arte in cucina
 

Chiamati anche pittapie, sono dei biscotti ripieni farciti con mostarda d’uva. Sono un dolce della cucina contadina, che anziché uova e burro contiene olio e vino rosso.
Qui la ricetta. 

Torna all'indice
 

Cuzzupa

cuzzupe-calabria

Fonte foto: In cucina con Mire
 

Chiamato anche cozzupa, anguta, sguta, vuta, pizzatola, cullura, è un pane dolce che può assumere diverse forme, sempre legate a temi pasquali. Ha un uovo sodo intero al centro, che simboleggia la Resurrezione di Cristo e la rinascita della vita. Può essere decorato con glassa o zuccherini.
Qua la ricetta. 

Torna all'indice
 

Pitte con niepita

nepitelle-calabria

Fonte foto: In cucina con Mire
 

Sono dei ravioli dolci a forma di mezzaluna con un ripieno formato da cacao, marmellata, noci, niepita (un liquore preparato con delle foglie di mentuccia comune, niepita in calabrese) e cannella. Vengono chiamate anche pizze cu niebita o nepitelle.
Qui troverai la ricetta! 

Torna all'indice
 

Piccillato di Pasqua

È una sorta di panettone con un numero dispari di uova sode intere disposte all'interno dell'impasto. Secondo la tradizione viene preparato il giorno prima di Pasqua.
Ecco la ricetta.

 Torna all'indice
 

Dolci di Pasqua Basilicata

Pannarelle

panarelle-basilicata

Fonte foto: Il cuore in gola
 

Chiamate in dialetto lucano panaredd, ricordano tanto le scarcelle della Puglia. La forma classica è a cestino, ma può avere anche altre sembianze, sempre collegate alla Pasqua. Di solito, al centro del dolce viene posizionato un uovo. Spesso sono decorate con confettini colorati.
Qua la ricetta. 

Torna all'indice
 

Picciddata

È un tipo di pane che può essere sia salato che dolce. Ricorda tanto le cuddure siciliane e le scarcedde pugliesi. Può avere diverse forme e contiene quasi sempre un uovo intero. È conosciuto anche come piccillato e a Matera come pannaredda.
Ecco la ricetta

Torna all'indice
 

Calzone di ricotta

calzone-ricotta-basilicata

Fonte foto: Alixia nel Paese del Web
 

Come con tanti dolci tipici, la ricetta può variare parecchio di casa in casa. L'esterno è a base di pasta frolla, mentre il ripieno contiene generalmente ricotta, cioccolato e frutta candita (in particolare ciliegie).
Qua la ricetta. 

Torna all'indice
 

Dolci di Pasqua Puglia

Scarcella

Chiamato anche scariella, scarcedda o corrucolo, è un dolce pasquale originario della Puglia ma conosciuto in tutto il Sud. Si tratta di una ciambella di pasta frolla ricoperta di glassa bianca, aromatizzata con scorze di limone e decorata con piccoli ovetti di cioccolata o con semplici confettini colorati o argentati. Essendo diffuso in buona parte del Meridione, esistono molte varianti di questo dolce, anche se l'elemento portante rimane la pasta frolla e le decorazioni con motivi pasquali.
Qua la ricetta! 

Torna all'indice
 

Cuddhrure

Simile alla cuddura siciliana, è una ciambella decorata con motivi pasquali. È conosciuta con tantissimi nomi: puddhriche, puddhricastri, cuddhura cu l'oe. Nel periodo pasquale assumono la caratteristica forma di colomba e sono decorate con uova sode intere. La versione di Pasqua ha diversi nomi, a seconda della zona: palomba, palummeddhra, panareddhra.
Qui la ricetta. 

Torna all'indice
 

Pastatelle

pastatelle-puglia

Fonte foto: I manicaretti di Nonna Lella
 

Sono dei panzerotti a forma di mezzaluna contenenti confetture di vario genere. Una volta cotti vengono spennellati con latte e rosso d'uovo e decorati con zucchero a velo.
Ecco la ricetta.

Torna all'indice
 

Agnello di pasta di mandorle

agnello-pasta-mandorle-puglia

Fonte foto: Le ricette dell'amore vero
 

Molto comune nel Salento, è un vero e proprio capolavoro. Vengono sbriciolate le mandorle, fino a diventare una farina, e unite con zucchero a velo e scorza di limone. Viene arricchito con confetture di vario genere, cioccolato e altra pasta di mandorle.
Qua troverai la ricetta. 

Torna all'indice
 

Dolci di Pasqua Campania

Pastiera

pastiera-napoletana-campania

Fonte foto: La cuochina sopraffina
 

È il dolce pasquale napoletano per eccellenza, conosciuto e apprezzato in tutto lo Stivale. Si tratta di una crostata a base di pasta frolla farcita di grano cotto nel latte e ricotta. È spesso aromatizzata con: scorza di arancio, cannella, vaniglia, scorza di limone, scorza candita di cedro, acqua ai fiori d'arancio e a volte con conserva di zucca. La ricetta varia a seconda della zona: in alcune varianti si usa il riso al posto del grano (come a Salerno) oppure si aggiunge del cioccolato nella pasta frolla o della crema pasticcera nel ripieno.
Qui la ricetta! 

Torna all'indice
    

Taralli dolci di Pasqua

taralli-campania

Fonte foto: La caccavella
 

Dalla pastafrolla che avanzava dalla pastiera, venivano preparati i taralli napoletani di Pasqua. Sono dei biscotti molto friabili, di forma circolare e con un buco strettissimo al centro, caratterizzati dal profumo di vaniglia e uova.
Qua troverai la ricetta. 

Torna all'indice
 

Casatiello

casatiello-dolce-pasqua-campania

Fonte foto: Ho voglia di dolce
 

Nella versione originale si tratta una torta salata che può fungere da vero e proprio pasto completo. Esiste però anche una versione dolce, a base di uova, zucchero, strutto e glassa, decorato con confettini colorati (chiamati diavulilli in napoletano).
Ecco la ricetta. 

Torna all'indice
 

Dolci di Pasqua Molise

Treccia dolce

treccia-pasqua-molise

Fonte foto: La cucina di Mamma
 

È una torta molto soffice, a forma di treccia, sopra la quale vengono disposte delle uova prima della cottura. Viene aromatizzata con scorza di limone e liquore (generalmente limoncello).
Qua la ricetta. 

Torna all'indice
 

Cocorozzo

cocolozzo-molise

È tipico di Agnone, in provincia di Isernia. L'impasto contiene anche patate, viene aromatizzato con semi di anice e decorato con zucchero a velo. In dialetto molisano è chiamato cucuruozze. A Carovilli (Isernia) è chiamato cocolozzo.
Ecco la ricetta. 

Torna all'indice
 

Pigna

pigna-dolce-pasquale-molise

Fonte foto: Pane e gianduia
 

Simile alle pizze Pasquali del Centro Italia, è spesso a forma di ciambella e può essere arricchito con gocce di cioccolato e canditi.
Qui la ricetta. 

Torna all'indice
 

Calzoni di San Giuseppe

calzoni-san-giuseppe-riccia-molise

Fonte foto: Molisiamo
 

Preparati a Riccia, in provincia di Campobasso, sono chiamati anche cavezune, cavezoni, caviciun e cavicioni. Hanno una forma a mezzaluna o quadrata e nel ripieno contengono crema di ceci e miele.
Ecco la ricetta. 

Torna all'indice
 

Dolci di Pasqua Abruzzo

Cavalli e pupe

pupe-cavalli-abruzzo

Fonte foto: Life style Made in Italy
 

Biscotti fatti con un impasto a base di pasta frolla con l’aggiunta di mandorle tritate e cacao, contenenti un uovo sodo attorno alla pancia. Come si evince dal nome, possono avere forma di cavallo o di ragazza e si regalano ai bambini.
Ecco la ricetta. 

Torna all'indice
 

Fiadoni

fiadoni-dolci-ricotta-abruzzo

Fonte foto: Pane libri e nuvole
 

Sono dei ravioli ripieni di formaggio, di cui esiste anche una versione dolce, con miele e ricotta.
Qui la ricetta. 

Torna all'indice
 

Torta di Pasqua con perline

Chiamata anche pizza di Pasqua, viene preparata con farina, uova, zucchero e strutto e viene decorata con confettini colorati (le perline).
Qua la ricetta! 

Torna all'indice
 

Dolci di Pasqua Lazio

Pigna dolce

pigna-pasqua-lazio

Fonte foto: Il gatto pasticcione
 

È un dolce tipico della Ciociaria che ricorda il panettone. È diffuso anche in Campania. Prevede una lavorazione e una lievitazione piuttosto lunghe, al termine delle quali viene decorato con confettini colorati.
Ecco la ricetta. 

Torna all'indice
 

Pizza di Pasqua

pizza-cresciuta-lazio

Fonte foto: La cuochina sopraffina
 

Si tratta di un dolce simile al panettone ma con una sorta di cappello a forma di fungo, dalla superficie liscia di colore scuro. È tipico del viterbese e, secondo la tradizione, viene servito a colazione per accompagnare sia i salumi che il cioccolato. È chiamata anche pizza cresciuta.
Qui la ricetta! 

Torna all'indice
 

Maritozzi quaresimali

Sono dei dolci di forma tondeggiante, in genere arricchiti con l’uvetta. Possono essere gustati sia da soli che con panna montata.
Qua la ricetta. 

Torna all'indice
 

Tortano di Pasqua

tortano-lazio

Fonte foto: Il cucinale
 

È un dolce a forma di ciambella preparato a Gaeta (in provincia di Latina), nel Lazio meridionale. Una volta pronto viene cosparso con glassa di zucchero e decorato con confettini colorati.
Ecco la ricetta. 

Torna all'indice
 

Dolci di Pasqua Umbria

Torcolo

torcolo-umbria

Fonte foto: Due amiche in cucina
 

È un ciambellone a base di farina, burro, latte, uova e zucchero, arricchito da uvetta, anice, pinoli e canditi e aromatizzato da scorza di limone. Alcune varianti prevedono l'aggiunta di alchermes. Dopo la cottura può essere decorato con glassa e confettini colorati.
Qua per la ricetta. 

Torna all'indice
 

Ciaramicola

È una torta a forma di ciambella, di colore rosso, coperta da una glassa bianca e da confettini colorati. Nel dolce compaiono 5 colori, rappresentanti lo stemma di Perugia e 5 rioni della città: Porta Sole, Porta Sant'Angelo, Porta Susanna, Porta Eburnea e Porta San Pietro.
Ecco la ricetta. 

Torna all'indice
 

Pizza di Pasqua di Orvieto

torta-di-orvieto-umbria

Fonte foto: Le chicche di Cristiana
 

È un grande lievitato, una sorta di panettone, ma più largo e basso. Esiste in versione dolce, con uvetta, cedro e ciliegie candite, ma anche in versione salata, al formaggio. È chiamato anche torta di Orvieto
Qui trovi la ricetta. 

Torna all'indice
 

Dolci di Pasqua Marche

Pizza pasquale

Diffusa in tutto il centro Italia, è una focaccia a base di pasta di pane arricchita da canditi e uvette e insaporita con del liquore, solitamente maraschino. Dopo la cottura viene ricoperta con della glassa preparata con albume montato e zucchero. È nota anche come crescia.
Ecco la ricetta. 

Torna all'indice
 

Ciambelline di Pasqua

ciambelle-strozzose-marche

Fonte foto: Le padelle fan fracasso
 

Preparati in particolare ad Ascoli Piceno, sono delle ciambelline fatte con farina, zucchero, burro, pinoli e aromatizzate con scorza di limone e cannella. Sono chiamate anche ciambelle strozzose di Pasqua.
Qua la ricetta! 

Torna all'indice
 

Dolcetti di Pasqua marchigiani

Sono dei biscotti di forma cilindrica chiusi ad anello, preparati con pinoli e cannella e decorati con zucchero a velo vanigliato.
Qui la ricetta

Torna all'indice
 

Agnello dolce

agnello-dolce-marche

Fonte foto: Le padelle fan fracasso
 

Tipico della zona del maceratese, si tratta di un dolce di pasta frolla a forma di agnello, ripieno di cioccolato, uova, mandorle tritate, zucchero e canditi. Viene decorato con glassa di zucchero a velo o con cioccolato. 
Qua la ricetta. 

Torna all'indice
 

Dolci di Pasqua Toscana

Schiacciata di Pasqua

schiacciata-toscana

Fonte foto: I biscotti della Zia
 

Un dolce tipico della tradizione contadina, fatto con ingredienti semplici e facilmente reperibili. La ricetta tradizionale, probabilmente pisana, prevede l'utilizzo di pasta di pane arricchita con burro e zucchero. Nel secondo impasto vengono aggiunti succo di arancia, scorze di limone, anice, sambuca e un po' di vin santo.
Qui la ricetta. 

Torna all'indice
 

Pasimata

pasimata-toscana

Fonte foto: Il bosco di alici
 

Tipico della Garfagnana, viene chiamato schiaccia nel resto della Toscana. Si tratta di un dolce lievitato, simile al panettone, aromatizzato con semi di anice e scorza di arance. La preparazione è lunga e laboriosa, al punto che può durare anche 2 giorni!
Qua la ricetta. 

Torna all'indice
 

Zuccotto toscano

È un dolce molto elegante e di origini nobili, che si racconta sia stato creato per la famiglia De' Medici. Si tratta di un semifreddo a base di pan di Spagna, ricotta, panna e cacao.
Ecco la ricetta! 

Torna all'indice
 

Sportelline

Sono dei piccoli biscotti a base di pasta di marzapane o pasta frolla ricoperti con glassa bianca e decorati con confettini colorati o ovetti di cioccolato. Sono tipici di Livorno e, secondo la tradizione, venivano regalati ai bambini durante il periodo pasquale.

Torna all'indice
 

Dolci di Pasqua Liguria

Cavagnetti

Conosciuti anche come canestri o canestrelli, sono originari di Brugnato, in provincia de La Spezia. Si tratta di piccoli cestini di pasta dolce contenenti un uovo colorato.
Qui la ricetta. 

Torna all'indice
 

Dolci di Pasqua Emilia Romagna

Zambela romagnola

zambela-romagnola-emiliaromagna

Fonte foto: Cuor di ciambella
 

È un dolce rustico romagnolo, una sorta di pagnotta dolce decorata con granella di zucchero oppure miele o frutta candita. Da tradizione è un dolce da intingere nel latte. Esiste una versione molto simile in Emilia, chiamata brazadela oppure ciambella bolognese.
Ecco la ricetta. 

Torna all'indice
 

Pagnotta di Sarsina

pagnotta-sarsina-romagna

Fonte foto: La pasticceria di Manu e...
 

La Pasqua romagnola non esiste senza la pagnotta! Tipica di Sarsina, paesino in provincia di Forlì-Cesena, è un pane dolce che veniva consumato la mattina di Pasqua in compagnia delle uova benedette, del salame e l'immancabile Sangiovese.
Qua la ricetta. 

Torna all'indice
 

Piadot

Sono delle piccole focacce dolci, grandi poco più di un mandarino, preparate con farina di mais e farina bianca, contenenti uvetta sultanina e pinoli. In italiano sono chiamati gialletti, e vengono aromatizzati con un po' di scorza di limone e vaniglia.
Qui la ricetta! 

Torna all'indice
 

Dolci di Pasqua Piemonte

Uovo di cioccolato

uovo-cioccolato-piemonte

Fonte foto: La cuochina sopraffina
 

Non sono in tanti a saperlo, ma il famoso uovo di Pasqua di cioccolato con all'interno la sorpresa è di origine torinese. Ormai è diventato il simbolo della Pasqua, soprattutto per i più piccoli. 
Qua la ricetta! 

Torna all'indice
 

Ciambelle Pasquali

Sono delle morbide ciambelline decorate con dei confetti di zucchero e ciliegie sotto spirito. Secondo la tradizione vanno accompagnate a uno spumante d'Asti.
Ecco la ricetta. 

Torna all'indice
 

Salame del papa

salame-del-papa-piemonte

Fonte foto: Salsatilla
 

Il nome è piuttosto eloquente: si tratta di un dolce la cui forma ricorda un salame. È molto gustoso e contiene ingredienti tipici piemontesi quali burro, nocciole e cacao. La preparazione è piuttosto semplice in quanto priva di cottura al forno o lievitazione, è sufficiente unire gli ingredienti con il burro e dar loro la forma giusta.
Qui per vedere la ricetta. 

Torna all'indice
 

Dolci di Pasqua Lombardia

Colomba

Fonte foto: La cuochina sopraffina
 

Ecco un dolce che non ha sicuramente bisogno di presentazioni! Assieme all’uovo di cioccolato è senza dubbio il simbolo della Pasqua italiana. Pare sia comparsa all'inizio del Novecento in Lombardia, diffondendosi successivamente nel resto dello Stivale. È un dolce a lievitazione naturale con mandorle e agrumi canditi. Contiene inoltre della glassa, preparata con albume zuccherato, granella di zucchero e mandorle.
Ecco la ricetta. 

Torna all'indice
 

Resta

Conosciuto anche come resca, è tipico della zona del Lago di Como. Si tratta di una focaccia dolce, arricchita da frutta candita e uvetta. Veniva preparato in occasione della Domenica delle Palme.
Qua la ricetta. 

Torna all'indice
 

Bussolano

bussolano-mantova-lombardia

Fonte foto: La cucina di Pippicalzina
 

Originario di Mantova, è una ciambella preparata con ingredienti molto semplici (farina, uova, zucchero e burro) e aromatizzata con del Marsala. In dialetto mantovano è conosciuto come bisulan.
Qui la ricetta! 

Torna all'indice
 

Turta dei paisan

È una particolare torta al latte, tipica della Brianza. La sua preparazione è piuttosto semplice: il pane viene immerso nel latte per qualche ora, poi vengono aggiunti gli altri ingredienti (amaretti, pinoli, uvetta, zucchero e cacao) e viene cotta al forno. Durante il periodo di Pasqua le viene conferita una particolare forma a campana. È conosciuta anche come torta nera, turta de lacc, turta de michelac, paciarella, torta dei morti.
Ecco la ricetta. 

Torna all'indice
 

Dolci di Pasqua Veneto

Fugassa

fugassa-veneto

Fonte foto: Il fior di cappero
 

Chiamata anche fugazza o fogazza, è un dolce somigliante alla colomba ma senza i canditi. Si tratta di una focaccia dolce, caratterizzata da una lievitazione molto lunga. L'impasto contiene generalmente anche mandorle e vaniglia, ma esistono diverse versioni a seconda della zona.
Ecco la ricetta. 

Torna all'indice
 

Bussolai

Originari di Burano, una delle 4 isole di Venezia, sono dei biscotti secchi, non troppo duri, a forma di ciambellina. Esistono diverse varianti con l'aggiunta di fragolino o limoncello, profumati con cannella, con agrumi o vaniglia oppure arricchiti con gocce di cioccolato o canditi. Sono chiamati anche bussolà o buranelli.
La ricetta è la stessa degli Esse, che trovi qua sotto. 

Torna all'indice
 

Esse

essi-buranei-veneto

Fonte foto: Così cucino io
 

Anche questi sono dei biscotti originari di Burano. Si fanno con lo stesso impasto dei bussolai, ma con un'altra forma, che è quella da cui prendono il nome. Anche gli esse si prestano a molte variazioni negli aromi e all'aggiunta di ingredienti golosi.
Qui la ricetta. 

Torna all'indice
 

Dolci di Pasqua Friuli Venezia Giulia

Pinza

pinza-pasquale-friuli

Fonte foto: Dolci senza rinunce
 

Prodotta a Trieste, è una pagnotta soffice e delicata, non molto dolce, aromatizzata con scorza di limone e arancia. È tradizione consumare la pinza accompagnata da una fetta di prosciutto, per rompere il digiuno del venerdì santo. Sulla superficie viene disegnata una sorta di Y, che richiama la passione di Cristo.
Per la ricetta clicca qui

Torna all'indice
 

Gubana

È un dolce tipico delle Valli del Natisone, nella parte più orientale della Regione, formato da un impasto a base di pasta dolce lievitata e un ricco ripieno con noci, pinoli, uvetta, mandorle, pangrattato, grappa, marsala e scorza d'arancia e limone. Ha una particolare forma a chiocciola e viene cotta al forno.
Ecco la ricetta. 

Torna all'indice
 

Presnitz

Simile alla gubana, è un dolce triestino a base di pasta sfoglia e un ripieno di noci, mandorle, pinoli, fichi, prugne, albicocche, uvetta, cioccolata, cannella, chiodi di garofano e rum. Ha una forma circolare, simile ad un anello e richiama la corona di spine.
Qua la ricetta! 

Torna all'indice
 

Putizza

putizza-friuli

Fonte foto: Semi di lino
 

È un dolce tipico della zona del Carso, tra Gorizia e Trieste. Di origine austro-ungarica, è costituito da una sfoglia arrotolata e un ripieno di frutta secca.
Qui trovi la ricetta. 

Torna all'indice
 

Panini di Pasqua

Chiamati in friulano pagnuts di fieste, sono dei panini dolci, fatti con farina gialla (farina di mais, onnipresente nella cucina friulana), zucchero, burro e uvetta.
Qua la ricetta. 

Torna all'indice
 

Dolci di Pasqua Valle d'Aosta

Mecoulin

mecoulin-valle-daosta

Fonte foto: Coccole di dolcezza
 

È un dolce tipico di Cogne, nato per il Natale ma preparato anche per le altre feste religiose. È considerato il panettone valdostano. In seguito alla cottura viene glassato con acqua e miele e può essere arricchito con crema, panna e cacao.
Qua la ricetta. 

Torna all'indice
 

Dolci di Pasqua Trentino Alto Adige

Corona pasquale

corona-pasquale-trentino

Fonte foto: A fiamma dolce
 

Facile da preparare, soffice e dal sapore delicato, come si evince dal nome ha una forma a corona. In genere viene aromatizzato con scorza di limone o arancia. Una volta pronta, viene decorata con delle uova colorate.
Qui la ricetta! 

Torna all'indice
 

Torta delle rose

torta-rose-trentino

Fonte foto: My cooking idea
 

Con questa torta si celebrava il ritorno della primavera. È un dolce di pasta lievitata, ricco di burro, formato da cilindri di pasta arrotolata che, aprendosi leggermente in cottura, richiamano le rose appena sbocciate.
Qui troverai la ricetta.

Torna all'indice
 

Fiadoni

fiadoni-trentino

Fonte foto: Una tappa in cucina
 

Sono dei fagottini di pasta sfoglia con un ricco ripieno di mandorle, noci, nocciole, pangrattato, miele, cannella, chiodi di garofano e un po' di grappa.
Ecco la ricetta. 

Torna all'indice
 

Dolci di Pasqua Sardegna

Casadinas o Pardulas

pardulas

Fonte foto: Koendi
 

Chiamate casadinas nel centro-nord e pardulas nel centro-sud dell'isola, sono dei canestrini di pasta violata con un ripieno di ricotta o pecorino. Vengono spesso aromatizzate con vari ingredienti quali scorza di arancia o limone, uvetta e zafferano. Sembra siano nate come dolce pasquale ma ora vengono preparate tutto l’anno.
Trovi più informazioni sui dolci di Pasqua sardi in quest’altro articolo

Torna all'indice


Se cerchi un maialetto sardo, lo trovi qui <

 

16 March 2018 in Prodotti tipici, Ricette

Condividi

torna all'elenco articoli

Condividi


Tag


Ultimi post